La chimica del nostro amore

Mentre cerco di tener lontano il mio pensiero da te, il tuo profumo sfugge a un mio ricordo scivolando dalle narici alla bocca e tornando come sapore della tua pelle e di un nostro bacio. E penso che se questo amore, così vivo, è chimica organica, come il carbonio, ci metterà molto a decadere. E forse, con una precisione del 95%, fra 50 mila anni, un test del carbonio 14 ne rivelerebbe ancora un’impercettibile traccia. Allora mi sforzo di accelerare questa trasformazione, e più lo faccio più respiro azoto, liquido, in questo freddo glaciale senza te, in questo posto, sotto vuoto, che pur non ti risucchia, ma porta a galla ogni tuo pensiero.

E se invece fosse carbone? Col diamante andrebbe anche peggio.

F.Ac.

Supposta filosofia – Arresto cardiaco

Supposta filosofia – Supplizio d’estate

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: